• Assistenza
  • Azienda
  • Stampa

Il bagno – la stanza “così-sono-io-davvero“

Kaldewei presenta il recente studio rheingold “paradigm change in the bathroom as an answer to changes of society“ (cambio paradigmatico nella stanza da bagno come risposta ai mutamenti sociali)

Ahlen, ottobre 2010 – Nel nostro mondo frenetico le esigenze per quanto concerne gli individui crescono costantemente. Efficiente è solo chi può compensare l’eteronomia e la frenesia crescenti nella quotidianità attraverso fasi di rigenerazione. Così, possibilità di allestimento personalizzate per il bagno come stanza dell’intimità e del relax diventano sempre più importanti. Per conto della ditta Kaldewei, azienda leader dell’arredo-bagno, l’istituto rheingold di Colonia per analisi qualitative di mercato e media ha svolto ricerche riguardanti il mutamento semantico di quella che un tempo era la “zona bagnata“. Per lo studio “paradigm change in the bathroom as an answer to changes of society“ (cambio paradigmatico nella stanza da bagno come risposta ai mutamenti sociali) soggetti rappresentativi ai fini del test hanno descritto la loro mutata percezione del bagno nonché le loro impressioni su due scenari High Tech fittizi sviluppati nell’ambito della ricerca sulle tendenze Kaldewei. 

Ri-privatizzazione ed individualizzazione

Le mutate esigenze di funzionalità e design della stanza da bagno costituiscono l’oggetto di quattro studi già avviati da Kaldewei sulla psicologia della stanza da bagno con diversi punti chiave. Un evidente mutamento ha interessato la definizione qui segnalata del concetto “Premium“ di una volta: perché anche oggi si attribuisce valore al design ed alla qualità, tuttavia senza l’usuale dimostrazione, di un tempo, dello status verso l’esterno. Il bagno è la personale stanza “così-sono-io-davvero“ oltre la quotidianità. Così sempre più frequentemente gli aspetti funzionali come lavatrice e, ove possibile, toilette vengono banditi dal bagno di benessere. Il trend si allontana da “one size fits all“ e pensiero standard, andando verso una forte individualizzazione dell’allestimento e del materiale. Come luogo di ritiro privato, il bagno è attualmente addirittura più importante della stanza da letto.

Prospettive per il futuro: l’uomo al centro di natura e tecnica

Due approcci apparentemente contrari caratterizzano i requisiti del bagno del futuro: da una parte il desiderio di tecnologia, dall’altra parte l’esperienza di primitività. Non si intende un ritorno in direzione “tinozza per il bucato”, ma l’utilizzo di materiali naturali come legno, pietre naturali e forme organiche. Inoltre ampie finestre nonché superfici di seduta e sdraio spaziose devono trasmettere l’idea di confort e l’impressione di spaziosità – si preferisce un bagno ampio, aperto, con sguardo sulla natura. La vasca da bagno come specchio della propria personalità non viene più confinata in un angolo, ma costituisce, simile ad un bacino d’acqua naturale, l’elemento centrale nella stanza da bagno. La nuova generosità viene completata da spaziose docce al livello del pavimento. Un bagno così allestito viene utilizzato anche volentieri insieme al partner e contribuisce pertanto in maniera positiva ad alimentare il rapporto. 

“Il desiderio evidente, da parte delle persone intervistate, di forme organiche e materiali naturali di qualità trova sin d’ora una coerente attuazione nei nostri prodotti“, spiega Marcus Möllers, Kaldewei. “Così creiamo una combinazione di individualità e lusso per uno spazio al di là della quotidianità; un luogo di spaziosità, dove si può fare pace con se stessi.“ Pertanto nel portfolio pluripremiato dell’arredo-bagno Premium, accanto a vasche da bagno e idromassaggio indipendenti, in naturale acciaio smaltato, vi sono anche modelli di vasca al livello del pavimento, completati da esclusivi ed avvincenti concetti di illuminazione.

Il bagno del futuro: immergersi in un’esperienza suggestiva

Nel classico approccio di studio è stato implementato il concetto di due scenari di bagno consapevolmente e futuristicamente esorbitanti. Le reazioni degli intervistati a riguardo coincidono con le conoscenze acquisite nel corso degli studi: elementi che accrescono il confort, come superfici per video-proiezioni suggestive, o nuovi concetti di bagno, sono molto richiesti. Riscuotono consensi anche complessi sistemi doccia che rendono il lavaggio una vera e propria esperienza, nonché l’opzione di poter impostare individualmente la temperatura ottimale dell’acqua. L’importante è tuttavia che la tecnica moderna aumenti il confort in maniera discreta. Gli intervistati hanno preso le distanze dallo scenario tecnologico futuro, che renderebbe gli uomini apparentemente un fantoccio di una tecnologia intelligente, “controllato“, perché essa ad esempio riconosce automaticamente la sua disposizione d’animo e l’analizza. Mentre il sottofondo di musica meditativa è senz’altro il benvenuto, la comunicazione esterna tramite chat o telefonate in bagno è bandita.

Crescita massiccia di significato

I requisiti del bagno del futuro sono essenzialmente caratterizzati dal desiderio di una riuscita simbiosi di tecnologia e naturalezza. La frenesia della vita richiede un equilibrio: il luogo del “così-sono-io-davvero“ al di là della quotidianità in cui l’Io può di nuovo manifestarsi. Questo ruolo spetta sempre di più alla stanza in cui l’individualità e l’intimità costituiscono il punto centrale: la stanza da bagno. Così, secondo i risultati degli studi a disposizione, essa costituisce, come vero e proprio spazio-io, il centro dei desideri e delle esigenze individuali.  

doc it PM Paradigmenwechsel
doc  |  274 KB
Milieubild - So-bin-ich-eigentlich-Raum
zip  |  6 MB
DIN A4
5 MB

I requisiti del bagno del futuro sono essenzialmente caratterizzati dal desiderio di una riuscita simbiosi di tecnologia e naturalezza, soprattutto con l’utilizzo di materiali naturali come legno o pietra naturale e forme organiche che per incantesimo portano una componente sensuale nell’ambiente. La stanza da bagno idealmente dovrebbe aprirsi alla natura. Così i risultati dello studio presentano nuove sfide all’intera architettura del bagno: oltre alla naturalezza, ampie finestre nonché superfici di seduta e sdraio spaziose devono offrire confort e l’impressione di spaziosità. La maggior parte delle persone che hanno partecipato ai test è affascinata da un bagno spazioso, arioso, con sguardo sulla natura.

Source: © Kaldewei  |  press_BD_So_bin_ich_eigentlich_Raum.jpg